casa Barone è la più grande azienda agricola biologica del Parco Nazionale del Vesuvio. Il principale corpo aziendale, di circa 11 ettari, è ubicato alle pendici del Monte Somma, il vulcano originario dal quale si è formato, per successive eruzioni, il cono del Vesuvio. Le coltivazioni si estendono sui terreni attraversati dalle lave dell'eruzione del '44, dando vita ad un paesaggio suggestivo. L'ordinamento colturale rispecchia il classico frutteto misto dell'agricoltura vesuviana: tra rocce affioranti, querce e ginestre, i vigneti di uva Catalanesca, Caprettone e  Piedirosso si alternano a piante di albicocco, susino, gelso, sorbo, fico, noce, olivo, agrumi e azzeruolo (frutto ormai molto raro, raffigurato nel logo aziendale). La mission aziendale è quella di preservare la biodiversità presente alle pendici del Vesuvio e di valorizzarla attraverso la trasformazione dei prodotti che la campagna vesuviana offre. Dall'orto, il pomodorino del piennolo del Vesuvio DOP, Presidio Slow Food, particolarissimo, oltre che per il tipico sapore dolce-acidulo, per la caratteristica di conservarsi, dopo la raccolta in luglio, intrecciato in Piennoli fino a inverno inoltrato. Dal frutteto, albicocche, sorbe, mele cotogne, fichi, limoni, gelse nere e arance, per confetture e marmellate che conservano, grazie alla lavorazione artigianale, tutti i profumi e i sapori della materia prima. Ed ancora vini da vitigni autoctoni vesuviani: il Caprettone, il Piedirosso e il Catalanesca che ha da poco ottenuto il riconoscimento dell'IGT con la designazione Catalanesca del Monte Somma. Infine, Limoncello bio, Nocillo e  Acquavite di Albicocche.
©2009/11 azienda agricola casa barone • P.IVA 03833401213 • • art m.barone • powered by resbinaria.com